lunedì 15 febbraio 2010

Problemi con pasta di mais

Alcune ragazze mi scrivono dicendomi di aver avuto dei problemi con la pasta di mais, in special modo con la ricetta da me pubblicata in questo blog.
Questi problemi sono relativi alla durezza della pasta, che non si impasta bene, che fa delle crepe, che resta grumosa o "sbriciola".
Dando per scontato che le dosi per la ricetta e gli ingredienti siano corretti, molto probabilmente dipende dalla cottura.
Se un impasto risulta duro è perchè si è superato il tempo di cottura. Questa fase del procedimento, come ho detto altre volte, è molto delicata: se si cuoce poco rimane appiccicosa se si cuoce troppo resta dura. In quest'ultimo caso provate a ungervi leggermente le mani con della crema a base di glicerina e lavorate piccole porzioni di pasta, in questo modo l'impasto dovrebbe reidratarsi e ammorbidirsi.

Un'atra raccomandazione che faccio è di lavorare piccole porzioni di pasta appena preparata, quando è tiepida (lo spiego anche nel post della ricetta) perchè appena cotta la pasta rimane grumosa e solo lavorandola diventa liscia ed elastica e si conserva bene nel tempo.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao
volevo chiederti anch'io ho qualche problema con la pasta di mais,sto facendo delle rose ma quando si asciugano mi si formano delle crepe.
La pasta non è dura anzi è morbida ed elastica, le dosi della ricetta sono giuste ed anche la cottura.
Secondo te qual'è il problema.
La colla forse? o l'umidità?
Aspetto tue notizie
Grazie in anticipo
Saluti Francesca

Amelia la Strega ha detto...

Non saprei, forse le metti in un luogo troppo caldo e troppo secco. In questo modo la parte esterna si secca prima e si riduce, quella interna no quindi l'esterno si spacca.
Prova a spostarle per l'asciugatura in un luogo più fresco e vediamo cosa succede.
Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

ciao volevo un consiglio: ho sempre fatto la pasta di mais con risultati ottimi e non ho cambiato ne dosi ne marca degli ingredienti. detto ciò gli ultimi 3 impasti sono da buttare, duri, secchi, si sgretolano e nn riesco neanche a colorarli tanto vengono duri...dopo questo evento ho provato anche a cuocerlo meno anche se ripeto mi è sempre venuto perfetto, elastico, morbido mai appiccicoso e riuscivo anche a terminare la cottura lasciando la padella quasi completamente pulita, una meraviglia! l'unica cosa che, pensandoci , puo essere cambiata è il clima...nell 'ultimo mese ha fatto molto più freddo...ma possibile una differenza del genere? la differenza la noto giá dopo un minuto in cottura...lo vedo anche a occhio che è diverso e poi infatti il risultato è quello che ho descritto! consigli??? grazie
Michela da Roma

Lolò ha detto...

Che strano... addirittura, senza cambiare niente nella ricetta e nel procedimento ti sono venuti impasti diversi dai precedenti :/
Escludendo che siano modificati gli ingredienti già dalla fabbrica non credo sia per le temperature. Sì, fa freddo, ma è anche umido. Un impasto più duro del normale potrebbe dipendere da una farina di mais molto secca e quindi gli ingredienti liquidi risulterebbero pochi, da qui l'indurimento. E poi hai detto che anche diminuendo la cottura le cose non sono andate meglio.. un vero mistero.
Fammi sapere se con la primavera ritorna tutto nella normalità, chissà, magari è davvero per il freddo :/

profumo di lavanda ha detto...

sai, io ho notato un problema simile e le conclusioni sono che il clima influenza e molto la pasta di mais.
la prima volta l'ho fatta dove vivo abitualmente, al mare e quindi molto umido,ma l'ho lavorata bene, e l'asciugatura è avvenuta molto lentamente, ma le forme sono rimaste intatte ed il restringimento minimo.
poi con l'impasto già fatto, sono andata nel posto dove lavoro, cittadina quasi in montagna con un clima forse più freddo, ma molto più asciutto, ed ho notato che la massa era indurita molto, ed anche se maneggiandola è tornata morbida, dopo aver composto l'oggetto (solite stelline e cuoricini fatti con il tagliabiscotti) al momento dell'asciugatura tendevano a creparsi ed ad arricciolarsi, quindi le punte all'insù, tutte storte, eppure era lo stesso impasto tagliato con le stesse formine... e poi asciugava talemnte in fretta!!! anche se non in modo uniforme...
che ne dici? per me è colpa del clima troppo asciutto che influisce negativamente sull'asciugatura e provoca le crepe ed altri danni

Lolò ha detto...

Profumo di lavanda, sono d'accordo con te. Anche io ho notato differenze in base alla stagione e quindi la relazione tra umidità e temperatura. Per asciugare al meglio devono farlo lentamente, quindi niente termosifone o sole diretto. Bisogna sperimentare e beccare il posto giusto, almeno si sta più tranquille (o quasi) :)

Anonimo ha detto...

PERSONALMENTE HO RISOLTO IL PROBLEMA DELLE CREPATURE CUOCENDO NEL FORNO A BASSA TEMPERATURA PER UN ORETTA LE COMPOSIZIONI. uNA MERAVIGLIA, NESSUNA CREPA.

Lolò ha detto...

Non ho mai provato non avendo mai avuto il problema delle crepe, però potrebbe sicuramente tornare utile saperlo. Grazie della segnalazione ;)

Lolò

Posta un commento

Lascia un tuo commento!

Ti potrebbero interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...